Venezia

T’ho trovata e persa
Al mattino, nella nebbia
La notte, nella veglia

T’ho trovata e persa
Inseguita nel tuo mistero
Tra le calli annusata

T’ho trovata e persa
Sognata e risognata
Dagli anni di quell’estate ormai sommersa.

 

 

Pubblicato in Poesia, Ricordo | Lascia un commento

Il silenzio mi parla così forte

Il silenzio mi parla così forte
Che devo ascoltarlo per forza

Tapparmi le orecchie non serve
Chiudere gli occhi nemmeno
Pensare ad altro neanche a pensarci

Ed allora
Allora io

Pubblicato in Poesia | Lascia un commento

In chissà quale isola

Ho un debole per i poeti
E per tutti quelli che hanno la testa altrove

Sperduta in chissà quale isola del cuore.

Pubblicato in Poesia | Lascia un commento

Il dramma è rannicchiato tra il quando e il come

Morire d’amore è possibile
Rinascere d’amore una speranza

Il dramma è rannicchiato tra il quando e il come.

Pubblicato in Poesia | Lascia un commento

Ed è come quando il sole muore

L’ombra sul tuo viso
Quando sei triste, oppure stanca
Diventa ombra sul mio viso

Ed è come quando il sole muore
Che morendo sbiadisce ogni colore.

Pubblicato in Poesia | Lascia un commento

Poesia per Alda Merini

Una firma veloce e via
Seppellita alla vita
Marchiata di pazzia

La poesia era in te
Anche quando l’elettricità ti lacerava
La mente scoppiava

Era in te
La poesia
Nella tua umile casa

Nei tuoi gesti
Talvolta bizzarri
Ad uso e consumo della folla

Sei partita
Da un giorno all’altro
In punta di piedi

Delicata
Come una farfalla
Hai raccolto a te il Cielo.

Pubblicato in Poesia, Ricordo | Lascia un commento

La notte


La notte è una vergine insicura
Che ama essere amata con infinita dolcezza
E l’amante che l’ama deve essere delicato fruscìo

Complici le stelle.

Pubblicato in Poesia | Lascia un commento

Un vento freddo


Un vento freddo
Mi è passato accanto
Infastidendomi appena
Per il tempo d’assaggiare l’inverno

E poi quel brivido sulla pelle
Con la mente deviata verso un’altra dimensione

Un bianco riflesso, laggiù
Oltre quella strada di confine

Ed ancora la visione della neve
Già sospinta, con crescente convinzione
Dal vortice delle stagioni.

Pubblicato in Poesia | Lascia un commento

L’eternità è in ogni attimo

Tutto ciò che provo ora
Mi servirà in un’altra vita
Ed un’altra ancora

Le rose e le spine
Il sangue e l’amore

Se oggi guardo il cielo
Domani lo ritroverò con altri occhi
E se oggi vedrò un volto che è come un richiamo
È perché un tempo mi sorrise
E forse mi chiamò per nome

L’eternità è in ogni attimo.

Pubblicato in Poesia | Lascia un commento

Frammenti

Frammenti sparsi dal destino, con la dovuta attenzione, su di un tavolo: questa la situazione del momento. La televisione, in sottofondo, racconta di morti sul lavoro e di come la gente non riesca più ad arrivare alla fine del mese; anzi, neppure alla terza settimana.
Un frammento è distante dagli altri, quasi (ri)cerchi la solitudine, per un motivo che soltanto esso conosce, o forse perché il caso ha voluto così.
Mi alzo, vado alla finestra, aperta quel tanto da far filtrare un filo d’aria, e ascolto la voce del vento.
Sembra che debba nevicare da un momento all’altro.
Il frigo è vuoto, o quasi. Al suo interno noto una desolazione che rispecchia fedelmente ciò che sto provando. Prendo l’ultima lattina di birra e mi risiedo al tavolo. Bevo tutto d’un fiato.
Ho i frammenti davanti a me, ma non voglio pensare che sia giunto il termine del cammino.
Penso – spero – vi sia ancora una possibilità d’uscita.
A capirle, le cose, intendo prima che esse accadano, si eviterebbero un sacco di discussioni, mal di pancia e ripercussioni.
Il frammento solitario è ancora in disparte, nell’angolo dei suoi pensieri, che poi sono anche i miei.
Lo raccolgo e lo esamino con cura. È il frammento più frammento di tutti gli altri. Lo guardo e penso a quanti frammenti ho perso per strada; a quanti ne perderò più avanti; a quanti non sono riuscito a recuperare nel tragitto dell’esistenza.
È questo il senso della vita?

Pubblicato in Racconto | Lascia un commento